Valle d’Aosta: una regione tutta da...assaporare!

Guy de Maupassant diceva "Soltanto gli idioti non sono buongustai".

Se l’ enogastronomia è una pietra miliare dei tuoi viaggi, la Valle d’Aosta non può non rientrare a pieno titolo nella top-ten della tua wishlist viaggi.

Photo Credit LoveVda.it

12 appuntamenti enogastronomici da non perdere

Ecco 10+2 davvero buoni motivi per organizzare una vacanza in Valle d’Aosta nei prossimi mesi:

18-21 maggio: La festa delle Cascine (Pont Saint-Martin)

È la festa che apre la stagione delle sagre enogastronomiche della nostra Regione: a Pont Saint Martin - nella zona industriale - una grande tensostruttura ospita grigliate, serate danzanti e la caratteristica “corsa delle galline”. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

27/28 maggio: Cantine Aperte (Valle d’Aosta)

La manifestazione promossa dal Movimento Turismo del Vino è giunta alla 25esima edizione: nell’ultimo weekend di maggio si aprono le porte delle cantine e il grande pubblico può degustare i prodotti della aziende vitivinicole. L’unico costo è quello del bicchiere di vetro (10 euro) acquistabile presso ogni azienda vinicola e il cui ricavato viene destinato in beneficenza. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

16/18 giugno: Prosciuttiamo (Saint-Marcel)

La terza edizione della Gran Festa del Prosciutto di Saint-Marcel, organizzata dal Comune di Saint-Marcel, la Pro Loco e l’azienda La Valdôtaine, propone una 3 giorni di degustazione lungo 18 km di via del Prosciutto (quello stagionato con le erbe di montagna). 12 punti di ristoro e itinerari a piedi e in mountain bike alla scoperta del paese e dei suoi luoghi di interesse storico, archeologico e paesaggistico. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

22/25 giugno: Bierfest (Gressoney-Saint-Jean)

Nata come festa di paese negli anni ‘80, la Bierfest di Gressoney-Saint- Jean è ormai alla 25esima edizione e si conferma un appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della birra: 15 mila litri di birra chiara ogni anno arrivano sul piazzale del Weissmatten all’interno di un’unica grande botte, per mantenere intatte tutte le pregiate caratteristiche della produzione della famosa birreria Barone Beck Peccoz, gressonaro emigrato a Kühbach, in Germania. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

25 giugno: Sagra della Fiocca (Avise)

La prima edizione di questa sagra si svolse nel 1972 nel villaggio di Baulin (m 1.700), all‘inizio della Valgrisenche: la “fiocca” è la panna, montata a mano con fruste di salice, chiamate “fouets”. Una tradizione che va avanti da oltre 40 anni nella frazione di Avise a 1.700 metri di altezza. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

9 luglio: Sagra del Jambon de Bosses (Saint-Rhemy-en-Bosses)

Siamo nel comune di Saint-Rhemy-en-Bosses dove viene prodotto il DOP “Vallèe d’Aosta Jambon de Bosses”, un tipo di prosciutto crudo, stagionato in alta quota, di cui si hanno tracce storiche già nel 1397 (i tybias porci erano merce di scambio preziosa). Durante il periodo di salatura di questo tipo di prosciutto (18-20 giorni) si utilizza una miscela composta da cloruro di sodio cristalizzato, aglio tritato, salvia, rosmarino, pepe e bacche reperibili solo su questo territorio. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

22/23 luglio: Sagra della Favò (Aymavilles)

Ad Ozein, frazione del comune di Aymavilles, ogni anno a fine luglio si svolge la sagra dedicata ad uno dei piatti preferiti degli alpini - il Favò - realizzato con pasta, fontina, pane nero abbrustolito nel burro, salsiccia, pancetta e fave.Durante la sagra il borgo di Ozein si anima con “les Misées”, la rievocazione dei mestieri antichi. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata 28/30 luglio: Sagra della Seupa à la Vapelenentse (Valpelline) Se sei un amante del cibo avrai già sentito parlare della Seupa a la Vapelenentse, la zuppa tipica di Valpelline a base di pane, fontina e verza. L’ultimo finesettimana di luglio in ricorrenza del Santo Patrono il comune di Valpelline organizza la Sagra della Seupa: degustazioni, musica e danze popolari fanno da coreografia al weekend!Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

28/30 luglio: Sagra della Seupa à la Vapelenentse (Valpelline)

Se sei un amante del cibo avrai già sentito parlare della Seupa a la Vapelenentse, la zuppa tipica di Valpelline a base di pane, fontina e verza. L’ultimo finesettimana di luglio in ricorrenza del Santo Patrono il comune di Valpelline organizza la Sagra della Seupa: degustazioni, musica e danze popolari fanno da coreografia al weekend!Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

10 agosto: Brindisi sotto le Stelle (Saint Pierre)

In occasione della notte più famosa dell’estate, al castello Sarriod de La Tour di Saint-Pierre si svolge la manifestazione enogastronomica “Brindisi sotto le stelle” con vini del comprensorio della Comunità Montana Grand Paradis e piatti della tradizione locale.Momento cruciale della manifestazione è la rievocazione medievale dell’incontro tra i signori di Sancto Petro e Sarriod de la Tour. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

11/13 agosto: Chocomoments (Breuil-Cervinia)

Per tutti gli appassionati di cioccolato, l’appuntamento è a Cervinia con la festa del cioccolato artigianale con tanti espositori e laboratori per grandi e piccini. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

16 agosto: Festa dei Barmé (Villeneuve)

Se ti sei perso l’appuntamento con le Cantine Aperte, questo è il momento giusto per recuperare: con la Festa dei Barmé, la pro-loco di Villeneuve apre le cantine del borgo per la degustazione dei vini. La particolarità sta proprio nelle cantine, ricavate nella roccia della montagna che sovrasta il borgo, esempi di vera e propria architettura naturale. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

24/27 agosto: Festa del Lard d’Arnad (Arnad)

Ad Arnad la “Féhta dou lar” è una tradizione che va avanti da 30 anni: la sagra del lardo è l’occasione giusta per degustare il famoso “Valle d‘Aosta lardo di Arnad” DOP e partecipare ai laboratori del gusto che permettono al grande pubblico di approfondire la conoscenza del prodotto e dei suoi abbinamenti. Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata

Se sei arrivato a leggere fin qui, l’unico modo per placare il languorino è pianificare la tua vacanza in Valle d’Aosta: scegli l’appuntamento enogastronomico assolutamente da non perdere e approfitta delle offerte di pernottamento dell’Hotel Comtes de Challant.Non a caso siamo al centro di una Regione...tutta da assaporare! (vedi la mappa “Valle d’Aosta tutta da assaporare”)

Richiedi informazioni